Post pre-primaverile

Sembra che la primavera stia arrivando. Bene.

Quindi sono andata in libreria e ho speso troppo, perché, come mi ha sempre detto mia mamma, i soldi spesi per i libri sono sempre soldi spesi bene, e il commesso della mia libreria preferita appena ha visto che stavo per abbandonare il libro da 25€ che avevo inizialmente deciso di portare alla cassa mi ha intimato “Quello è uno dei libri più belli che io abbia letto negli ultimi due anni, guai a te se lo metti giù”, e così mi è toccato prenderlo, insieme a quello che avevo già ordinato [inserisci qui senso di colpa per aver speso troppo]. Però è un libro grosso, e so che le dimensioni non contano, specie con i libri, però sono 496 pagine e un premio Pulitzer che un po’ mi giustificano.

Comunque ho fatto un paio di foto.

E una cheesecake, oggi ho fatto una cheesecake. Se è bella da vedere e buona da mangiare domani magari posto qualche foto anche di quella. Non è in effetti detto a. perché si tratta di una mia prova culinaria e come tale ha il 75% di possibilità di venire una schifezza b. perché la ricetta che ho usato a quanto pare ha tutte le dosi sbagliate, e così è venuta una cheesecake che sarà 10% cheese e 90% cake, a proposito del mio 75% di pericolo di cucina sminchiata dietro l’angolo; per scongiurare il pericolo di fare una torta tutta base e niente ripieno (peraltro, un ripieno troppo liquido a causa dell’eccessiva dose di limone prevista rispetto al formaggio – senza lattosio), ho dovuto inventarmi parte della ricetta, e possiamo immaginare quanto ciò possa essere rishioso c. come saggiamente dice l’OP, sono e rimango una Pastiçao.

Dovrebbe essere pronta, quindi vado ad assaggiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *