Leoni puccioni + carlini slinguazzini

Questa foto è stata mandata a mia madre via Uozzap come prova della non bruttezza di Brescia.

Mia mamma mi aveva detto: «Nooo! Non andare a Brescia! Fa cagare! È la più brutta città d’Italia!!!» [N.d.R. Chiediamo scusa a tutti i Bresciani per queste opinioni sgarbatamente espresse.. perdonatela perché non sapeva quello che diceva].

E così, infischiandomene allegramente, quando l’OP ha deciso di andarsene in trasferta per cercare documenti per la sua tesi [N.d.R. La tesi è monografica, sul notissimo scultore Democrito Gandolfi. Ah, non sapete chi è? Nemmeno io. Ecco perché c’è la tesi dell’OP], io ho deciso di seguirlo come un chihuahua stalk.. ehm, come un fido segugio. E così ho scoperto che Brescia è tutt’altro che brutta. E piena di bestie pericolosissime e pucciose, come quella con il cappottino verde presente nelle foto. Ecco le foto.

Ovviamente poggiateci il maus sopra, che ve lo dico a fare?

Questa foto è stata mandata a mia madre via Uozzap come prova della non bruttezza di Brescia. Era così bello che l'ho preso da due angolature diverse. Ehm.. TRE angolature diverse. Finto ma bello. Prima bestia pericolosissima. Proprio uno schifo. Mai vista una città così brutta. Non so cos'è. Portichetto bello in piazza della Loggia. I soliti terrazzini che potrebbero essere ovunque. Sono entrata nella Loggia. In tutto questo non si vedono foto dell'OP perché l'OP era rinchiuso nella Biblioteca della Bestia a studiare come uno stronzo, mentre io gozzovigliavo in giro per la città. Idem. Questo è fico. È il buco lasciato da una palla di cannone sparata nella Loggia nel 1849. Ancora la Loggia. Abbiate pazienza, non mi ricordo come si chiama questa chiesa. Chiesa che però è bella. Andatela a vedere. Anche se ormai l'avete già vista qui da ogni angolazione. I bresciani hanno delle idee curiose per la loro toponomastica stradale. No?Sì. Cortiletto interno nel quale mi sono imbucata. Casetta. Altra casetta. Sex and the City 80s. Seconda bestia feroce. Notare. Ho notato che più un carlino è vecchio, meno la coda è arrotolata. Le code dei carlini si srotolano con l'età? Chi ha notizie prego risponda. Il tè più bello della vita. Il tè più bello della vita con mano dell'OP. Il bar era bello, ora vi cuccate ottomila foto. Il bar era bello, ora vi cuccate ottomila foto. Il bar era bello, ora vi cuccate ottomila foto. Leone puccioso fatto da Democrito Gandolfi. Rossella O'Hara.

Salva

2 thoughts on “Leoni puccioni + carlini slinguazzini

  1. Le tue foto come al solito sono splendide! Ma visto che sono l’OP, mi permetto di puntualizzare le fondamentali informazioni artistiche che hai tralasciato… ;P

    Quella specie di angelo in marmo con lo stendardo che non sai cosa sia in effetti è un’allegoria dell’Italia, scolpita da Giovanni Battista Lombardi in memoria dei moti del 1848 a Brescia, fatta porre da Vittorio Emanuele II presso piazza della Loggia nel 1861.

    La chiesa bella bella bella bella tutta scolpita si chiama Santa Maria dei Miracoli.

    L’ultima, suggestiva foto non è stata scattata a Brescia ma a Volta Mantovana, bel borgo nel nord della provincia di Mantova.

    Ancora complimenti per le foto, e grazie per avermi accompagnato in questo mio viaggetto di studio, rendendolo divertente e speciale <3

    1. Meno male allora che l’OP ha OPato, così se qualcuno arrivasse qui nella speranza di ottenere delle informazioni artistiche e turistiche almeno per una volta non rimarrebbe a bocca asciutta XD In effetti, per essere un blog che parla principalmente di viaggi, non è particolarmente informativo..
      Grazie a te di avermi infilato in valigia, e grazie dei complimenti 😉 ❤❤❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *